BENVENUTI NEI MIEI GIARDINI CHI MI VIENE A TROVARE

sabato 12 aprile 2014

Una lacrima protesa verso l'eternità

                                                     "Cosa pensavate fosse la morte?"
Un passo di danza
sul quale esser indifferenti ....

Una porta socchiusa
verso casa...

barzellettiere del quotidiano
chiacchere funeste
di una o più menti..

                                                " Cosa pensavate fosse la morte?"

Un qualcosa di irregolare 
e da cui si può scappare
da cui si può giocare ..

Tutti ne parlano
Tutti sanno e schivano
il progetto di costatazione
nella morfologia del tratto
ante orafo che la produsse
e dimentichiamo
dimentichiamo velocemente
rimpianziamo
e talvolta isoliamo
"perchè cose' la morte?"

                                                 un senso vuoto di un tempo_spazio
                                                 
Un essenza percorribile
ove mura celesti
rampicano nell'oscurità
dopo la luce
la luce dopo l'oscurità
dal quale tutto muta
e non si a più ritorno..

riflessi perpendicolari
si accettano fermi e in movimento
fra le intercapedini delle anime
girovagano a volte le si possono scorgere
nei loro tormenti...

                                                "Cosa pensavate fosse la morte?"

Una lacrima protesa verso l'eternità

Simonetta s




Nessun commento:

Posta un commento